Articles Tagués ‘la polizia stradale’

Chivasso.10CHIVASSO.

Cercavano terroristi e militanti dell’Isis in fuga dalla Francia e dal Belgio alla barriera autostradale di Rondissone, alle porte di Chivasso. Invece la polizia stradale, nella serata di venerdì scorso, ha arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio un trentenne di origine marocchina, residente a Rezzago (Co), con regolare permesso di soggiorno. Nell’auto, una Hunday Santafè, di proprietà di un connazionale, gli agenti della stradale, al comando dell’ispettore Sergio Bellavista, hanno trovato e sequestrato 90 chilogrammi di hashish, divisa in 178 panetti da mezzo Kg ciascuno ed un panetto da un chilogrammo, per un valore complessivo di poco meno di un milione di euro. In carcere è finito Adil Leili, 30 anni.

L’uomo era diretto verso Milano. La droga quindi con ogni probabilità aveva già un indirizzo di arrivo. Ipotizzano i poliziotti che dovesse servire a rifornire di stupefacente fresco lo spaccio milanese in vista della Pasquetta sul lago di Como. La droga si trovava all’interno di tre scatole di cartone, di quelle utilizzate per i traslochi, coperte da un telo, nel bagagliaio dell’auto.

Gli agenti della Polstrada di Chivasso erano impegnati da molte ore in un’attività di controllo degli ingressi in autostrada. Adil Leili, si è fermato all’alt dei poliziotti: senza esitazioni ha consegnato i documenti. Sapeva di essere in regola e di non avere collegamenti con il terrorismo. Ma non è riuscito a nascondere il suo nervosismo. Atteggiamento che ai poliziotti non è sfuggito. Quindi hanno proceduto al controllo dell’auto e si è fatto arrestare senza opporre resistenza. Le indagini continuano alla ricerca di collegamenti lungo l’asse della spaccio che unisce il torinese a Milano. Adil Leili, secondo una prima ricostruzione degli inquirenti avrebbe caricato l’ingente quantitativo di droga a Torino.

Lydia Massia

http://m.lasentinella.gelocal.it/ivrea/cronaca/2016/03/27/news/arrestato-con-90-chili-di-hashish-1.13199451

Posté avec WordPress pour Android

000000000000000000000000000000